mercoledì 9 dicembre 2009

Lo spettro su palazzo Trissino

C'è qualcosa di molto strano che aleggia su Palazzo Trissino. Sono i fantasmi della vecchia maggioranza di centrodestra che sembrano materializzarsi di ora in ora sempre di più. Sul tavolo della politica cittadina infatti non ci sono solo le incongruenze sul nuovo piano regolatore, il Pat, ma pure le incongruenze generate dalla gestione del personale e dell'edilizia privata. Sembra ormai che gli spettri del "modus operandi" della precedente amministrazione si stiano per incarnare in quegli uomini del centrosinistra che durante la campagna elettorale per le municipali del 2008 avevano combattuto contro gli scempi di «Fi e soci». Cambiano i suonitori, mai la musica.

UNA BOTTA DA UN MILIONE. È stato il Vicenza (5 dicembre 2009, pagina 18) a squadernare i dubbi dell'opposizione del Pdl rispetto ad una giunta di centrosistra che aveva vinto le elezioni facendo della difesa dell'ambiente una bandiera. Saranno un milione i metri quadri di campagna che il nuovo piano Piano di assetto territoriale si mangerà conferendo ai proprietari delle aree la possibilità di costruire. Il conto (le stesse cifre erano già state anticipate su questo blog peraltro) lo fa il consigliere Marco Zocca del Pdl che si è preso la briga di andare a misurare i mappali depositati dalla giunta. Siamo sui livelli di cementificazione proposti dall'esecutivo marcato Enrico Huellweck e Cdl. Ma tant'è, dalla attuale compagine che regge le sorti di palazzo Trissino non c'è stata alcuna replica degna di questo nome.

LA SASSATA DELL'IDV. Sul tavolo del sindaco democratico Achille Variati però c'è un'altra gatta da pelare. Questa riguarda il documento in cui l'Italia dei Valori fa a pezzi uno dei cardini del nuovo Pat: l'intesa comune-privato sul nuovo stadio. Sul GdV di ieri a pagina 15 la stampa locale il capogruppo della lista Variati Giovanni Rolando ha spiegato che di fatto non è successo alcunché: «Ho parlato con Giuliano Sgreva (quest'ultimo oltre ad essere consigliere comunali eletto nella lista Variati è segretario cittadino dell'IdV, Ndr)... non ci saranno particolari problemi». Ma come? Uno degli alleati della coalizione ti dice che la delibera sul Pat ha un buco clamoroso, che potrebbe sconfessare l'intero documento, e tu replichi che non ci saranno particolari problemi? L'IdV fra l'altro ha portato un attacco senza precedenti agli uffici tecnici e ad alcuni dirigenti. Dalla maggioranza e dal sindaco non si è levata alcuna difesa. Nemmeno una difesa d'ufficio, segno evidente, che la freccia ha fatto centro.

DISAGI IN GIUNTA E FALLE IN BILANCIO. Ma i mal di pancia del centrosinistra hanno a che fare anche con questioni di bilancio. Oggi in aula durante il question time il primo cittadino e lo stesso Variati hanno cinguettato indirizzando verso Roma i peana di un Pd che accusa il governo di avere tagliato i fondi strutturali ai comuni, unitamente alle risorse promesse dopo la cancellazione dell'Ici. Giustissimo. Peccato però che su Il Vicenza di oggi l'assessore alle finanze del Pd Umberto Lago, vera e propria anima inquieta dell'esecutivo, dia una vera e propria sberla metaforica al suo collega all'edilizia privata, il democratico Pierangelo Cangini. L'accusa è netta. Il comune non sarà in grado di riscuotere il milione di euro derivante dalla multa affibiata ai costruttori della Torre Girardi, multa dovuta ad una storiaccia di abusi edilizi. Per vero il Comitato contro gli abusi edilizi sostiene che quella multa è ridicola e che la torre andrebbe abbattuta (o in alternativa acquisita dal comune a costo zero) a causa della violazione di una serie di norme il cui indirizzo è stato completamente ignorato dagli uffici. Ma tanto mi dà tanto, la giunta, e lo dice un suo stesso componente, non sarà nemmeno capace di incamerare quella miseria che era stata messa a bilancio.

Di più. A palazzo Trissino si mormora che l'esecutivo sia pronto ad ingaggiare un vice-segratario comunale con uno stipendio che si aggirerebbe sui 130.000 euro. Una ipotesi che avrebbe fatto diventare i capelli ancora più bianchi all'assessore Lago, il quale mese dopo mese combatte con risorse comunali sempre più magre.

Marco Milioni
da: www.lasberla.net
link originale: http://www.lasberla.net/2009/12/gli-spettri-su-palazzo-trissino/

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento